Wú Tàijí quán - 2a parte: Wú Jiànquán

Il fondatore dello stile
Wú Jiànquán (1870-1942)
吴鉴泉


Figlio maggiore del Gran Maestro Wú Quányòu.

Il Gran Maestro di seconda generazione, Wú Jiànquán, era originariamente impiegato dalla corte Ching nel Battaglione del Palazzo delle Guardie Imperiali. Dopo che l'imperatore 爱新觉罗溥仪   Àixīn Juéluó Pǔyí abdicò il trono, il capo dello stato maggiore Yin Chang raccomandò il Gran Maestro Wú Jiànquán al presidente Li Yuan Hong.
Al momento dell'istituzione della Repubblica cinese nel 1912, la Cina era in subbuglio, assediata per molti anni economicamente e persino militarmente da diverse potenze straniere, così Wú Jiànquán, Yang Shaohou, Yang Chengfu e Sun Lutang promossero i benefici della formazione del Taiji quan su scala nazionale.
Successivamente offrirono lezioni presso l' Istituto di ricerca sulla cultura fisica di Pechino a quante più persone possibile, a partire dal 1914. Fu la prima scuola a fornire istruzioni sull'arte marziale al grande pubblico.

Nel 1914 Wú Jiànquán, fu nominato all'undicesimo corpo delle guardie del corpo presidenziale come istruttore militare e consigliere di arti marziali dal governo e alla famosa 精 武 體育會 Jīng wǔ tǐyù huì Associazione sportiva Jingwu.

Mentre il focus dell'insegnamento del Taiji Quan al suo tempo passava da un'arte strettamente militare a una disciplina messa a disposizione del pubblico in generale, Wú Jiànquán modificò in  le forme di insegnamento apprese da suo padre. Le modifiche alle forme iniziali mostrate ai suoi studenti includevano l'attenuazione dei 發勁 Fā jìn , dei salti e dei bruschi cambi di tempo nelle routine di allenamento al fine di facilitare l'apprendimento di tali forme per il pubblico in generale. Questi elementi modificati sono stati conservati e insegnati in varie forme avanzate e nel 推手  Tuī shǒu.

L'Istituto ha reclutato più di sessanta studenti delle scuole superiori e delle università di Pechino. I Gran Maestri di terza generazione 吳公儀 Wú Gōngyí (figlio maggiore del Maestro) e 吴公藻 Wú Gōngzǎo (secondo figlio del Maestro) furono tra i primi diplomati.

Grazie  eccellenti risultati raggiunti dagli studenti, l'Istituto ebbe gli elogi del decano dell'Università di Pechino 蔡元培 Cài Yuánpéi , che raccomandò al Ministero della Pubblica Istruzione che l'Istituto fosse trasferito in una nuova sede e ampliato.
Il nuovo istituto divenne la 北京体育学院 Běijīng tǐyù xuéyuàn (Istituto di educazione fisica di Pechino).
Gli studenti sono stati selezionati dalle province per andare nella capitale e allenarsi a scuola per un periodo di due anni. Dopo essere tornati nelle rispettive province sono diventati insegnanti di Wushu. Ciò ha aiutato la diffusione del Taiji quan in stile Wú in tutta la Cina.


Nel 1928 Wú Jiànquán si trasferì la sua famiglia a Shanghai.
Nel 1935, fondò la 鑑泉太極拳社 Jiàn quán tàijí quán shè  (Jianquan Taijiquan Club) sulla cima del South Building di YMCA, fu costruita una sala per arti marziali al coperto di 100 metri quadrati. Il luogo di pratica all'aperto è popolare tra le persone di ogni estrazione sociale a causa del suo ambiente tranquillo, confortevole e ben attrezzato. Durante il suo periodo di massimo splendore, è diviso in tre lezioni ogni mattina, metà e sera.
  Il primo presidente del club di boxe è il maestro Wú Jiànquán , e i vice presidenti sono il genero del maestro: i famosi:
  • 馬岳樑  Mǎ Yuèliáng
  • 吴英华  Wúyīnghuá (figlia di Wú Jiànquán)
che divennero marito e moglie.

Le scuole del Jianquan Taijiquan Club sono state successivamente mantenute dai discendenti di Wú Jiànquán .

Fu succeduto come capo del sistema della famiglia Wú dal suo figlio maggiore, Wú Gōngyí, nel 1942. 

Il suo secondo figlio, Wú Gōngzǎo , divenne anche un rinomato maestro di Taiji quan. 

Wú Gōngyí trasferì la sede della famiglia nella scuola di Hong Kong  nel 1949.

Oggi l'Associazione ha ancora la sua sede internazionale a Hong Kong ed è attualmente gestita dal pronipote di Wú Jiànquán: 吴光宇 Wú Guāngyǔ (Eddie Wú Guāngyǔ), con filiali a Shanghai, Singapore , Canada , Stati Uniti , Regno Unito , Grecia , Tahiti e Francia.